FOR THE RENAISSANCE IN US
/ Arte @it / Vivere in un posto bello aiuta a stare meglio: gli Angeli del Bello a Firenze

Vivere in un posto bello aiuta a stare meglio: gli Angeli del Bello a Firenze

Per la terza volta in Italia viene organizzata un’intera settimana di iniziative ed eventi dedicata interamente al BELLO, esplicitato nel concetto di decoro urbano, rimozione delle scritte vandaliche dai muri dei palazzi fiorentini, cura di giardini e spazi di verde pubblico. “La bella Scuola” con gli Angeli del Bello: International School of Florence, Buontalenti e Leonardo da Vinci protagoniste.

 

Vivere in un posto bello aiuta a stare meglio! I Teen Angels sono i cittadini di domani, giovani alunni delle scuole superiori che dal 2014 collaborano a fianco della Fondazione con l’aiuto del corpo docente. Tanti gli appuntamenti di oggi, martedì 23 maggio, per la III° Edizione della Settimana del bello.

Dal 22 al 26 maggio in diverse location cittadine gli Angeli del bello mobiliteranno la cittadinanza nella Settimana del bello. Tutto può cambiare, un calendario ricco di eventi realizzati per sensibilizzare cittadini, turisti e city users sui temi del bello, del decoro e della cittadinanza attiva e rendere Firenze “ancora più bella”!

La Fondazione degli Angeli del bello, nata nel 2010 su iniziativa di Quadrifoglio e Partners Palazzo Strozzi, ha organizzato una sette giorni che permetterà a tutti di “avvicinarsi” al bello, ripartendo dal concetto di Bellezza nel suo significato più profondo e puro, come spiega il presidente Giorgio Moretti:

“L’amore per Firenze, la voglia di mettersi in gioco. Fare azioni concrete per la città. Essere sulla strada. Riconoscibili. Punto di riferimento certo.  Ecco cosa sono i volontari degli Angeli del Bello.  Una miscela di pazienza e determinazione per la cura e il decoro della città”

 

L’importanza dell’impegno civile di ognuno, la necessità della partecipazione attiva nel proprio ambiente: questo il fil rouge degli appuntamenti realizzati in collaborazione con Serre Torrigiani e Comune di Firenze (Ufficio Centro Storico Unesco) e il contributo di MPS.

Martedì 23 maggio è stata la volta di una ventina di studenti della International School of Florence che – insieme ai loro docenti e ai volontari della Fondazione – sono intervenuti in Piazza Poggi, per la pulizia delle rampe e il ripristino delle vasche dell’area intitolata all’architetto che ha realizzato la famosa cerchia di viali alberati che si congiunge su Piazzale Michelangelo. I giovani provenienti da tutto il mondo sono così diventati “Custodi del Bello”. Per i prossimi due anni, infatti, i ragazzi si occuperanno della zona, nell’ambito del programma di servizio civile (Community Activity Service) che ogni studente deve obbligatoriamente svolgere nel suo percorso di studi.

Gli Angeli del Bello, con pettorine e aluccie, nella seconda parte della mattinata si sono spostati all’Istituto Buontalenti, zona Cure, dove i ragazzi stanno ristrutturando tutto l’edificio scolastico. Sono proprio i TeenAngels studenti della scuola che hanno cercato la Fondazione per proporre un intervento sulla ringhiera; un’impresa quasi impossibile, visti i metri e metri di ringhiera da scartare a mano, trattare e riverniciare.  Martedì l’intervento è stato concluso con la collaborazione di tutti!

Nel pomeriggio le operazioni dedicate al bello si sono invece concentrate sul verde, protagonista il Parco del Museo Stibbert, una realtà curata dagli Angeli dal 2011, dove con la volontà e la costanza dei volontari (presenti 3 volte la settimana lunedì pomeriggio-giovedì mattina-sabato mattina), oggi è possibile operare con la massima fiducia e soddisfazione da parte dei giardinieri del Comune di Firenze e della Direzione del Museo. In questa sede sono intervenuti volontari e cittadini, giovani e meno giovani, insieme ai ragazzi del Liceo Leonardo da Vinci, per il recupero e manutenzione del verde.

Una giornata intensa, operativa, che segue l’avvio della manifestazione in cui circa 30 piccoli Angioletti del bello hanno operato, con le insegnanti, per l’abbellimento dell’aula video con murales che richiamano il mondo dei film. Durante l’anno i piccoli cittadini di domani avevano effettuato interventi a fianco della Fondazione, aderendo al progetto “Chiavi della città” del Comune di Firenze.

I progetti con gli Angioletti del bello e i TeenAngels sono in costante crescita. 30 tra  scuole e istituti, 1500 tra bambini e ragazzi coinvolti, 65 insegnanti e circa 400 genitori: questi i numeri dell’azione di civismo ed educazione che la Fondazione ogni giorno porta in aula nei confronti dei più giovani, dai 5 ai 18 anni.

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.