FOR THE RENAISSANCE IN US
/ Home @it / Rughe! Ripariamo i danni naturalmente

Rughe! Ripariamo i danni naturalmente

Riprendiamo possesso del nostro corpo…naturalmente. Pelle spenta, con le rughe, lucida, affaticata. La nostra pelle è lo specchio delle nostre emozioni, ma anche e soprattutto delle condizioni metaboliche dell’organismo.

Salute non perfetta, pensieri negativi, ansia, depressione, stress: la pelle trasmette e proietta all’esterno. Hai voglia a mettere crema! Al contrario, pare che le emozioni positive, come il piacere e la gioia, l’allegria e il buonumore, abbiano il potere di agire sulla nostra pelle come veri e propri agenti rigeneranti. Un sistema per correre ai ripari, comunque, sembra esserci, che parte dal depurare il nostro corpo e prosegue con una serie di esercizi che ci possono aiutare a mantenere in forma proprio lei, la pelle del viso.

Sapere che si potrebbero risparmiare soldi di cosmetici non vi attira? Non siete curiosi di apprendere come potreste arrivare a riparare avvallamenti e spaccature del derma, ossia le rughe?

Capita che, nella mia continua ricerca, mi imbatta in libri che nessuno pubblicizza. E capita che, uno di questi, abbia il prezzo scontato – 3 euro – per arrivare a un ordine online con spedizione gratuita. E qui si va a “sensazione”.

Nasce così questo articolo. Da un libro scritto da un medico, Bruno Massa, specialista in dietologia, anestesiologia, cardiologia, esperto di medicina estetica e – coincidenza che ho scoperto solo a pagine aperte – esperto di medicina naturale finalizzata alla salute, al benessere, all’efficienza. Non solo, Bruno Massa, medico della medicina “ufficiale”, è autore di pubblicazioni su mal di testa, stitichezza, rughe, cellulite, insonnia. Ed è anche presidente dell’Accademia Italiana di Medicina Vibrazionale oltre che corrispondente di giornali e riviste della salute.

Scrive Massa: “Una ginnastica in grado di porre riparo alle spaccature e agli avvallamenti stabilizzati del derma, ovvero alle rughe, attivando la muscolatura del viso, non esiste; ma l’aumento del tono muscolare che può conseguire a particolari esercizi può realizzare alcuni obiettivi importanti”.

Non solo: è importantissimo cominciare, fin da subito, a eliminare le cosiddette “cattive abitudini”.  Avete problemi di vista? Strizzare gli occhi provoca le zampe di gallina. Per i fumatori, contrarre i muscoli orbicolari delle labbra per espirare il fumo e strizzare contemporaneamente gli occhi produce, oltre che le zampe di gallina, anche le rughe delle labbra. Vi appoggiate su un piano con i gomiti sostenendo il mento con le mani? Ecco le rughe del collo! Aggrottare la fronte con fare corrucciato aumenterà a dismisura le rughe della fronte e quelle intercigliari. E, infine, dormite supini con un cuscino alto o state troppo tempo con la testa piegata in avanti? Attenzione, siete destinati ad avere i muscoli del collo “rilasciati” e la cosiddetta collana di Venere.

Cominciamo con gli obiettivi che potremmo raggiungere con qualche semplice esercizio?

  • Agire in modo preventivo, se gli avvallamenti non sono ancora stabilizzati
  • Rinforzare la muscolatura e attivare il microcircolo locale, in modo da favorire i processi riparativi del derma
  • Aumentare la consapevolezza della propria mimica facciale, ossia rughe d’espressione e rughe emotive, in modo da evitare dannose conseguenze

Ed ecco alcuni degli esercizi. Di seguito, i più semplici, ma altrettanto efficaci, assicura il Dottor Massa. Conditio sine qua non, come in tutte le cose, la regolarità.

GINNASTICA PER LE LABBRA. Tirate fuori la lingua e spingetela verso il basso, spalancando gli occhi il più possibile. A cosa serve? Tonifica i muscoli delle guance, del sotto mento e del collo – quelle parti odiose che non c’è crema che tenga!  – questo esercizio è utile anche per il contorno occhi, per le rughe del collo e del contorno bocca.

GINNASTICA PER LE LABBRA. Labbra chiuse ma non serrate: ora portatele in avanti e muovete l’insieme delle due labbra prima in alto, poi in basso, a destra e a sinistra in successione, mantenendo ogni posizione per 7 secondi. Infine, eseguire dei movimenti di rotazione alternati in senso orario e antiorario. A cosa serve? E’ indicato per le rughe del labbro e per quelle nasogeniene.

MASSAGGIO FRONTALE. Appoggiate gli indici sulle sopracciglia orizzontalmente e tirate la pelle, delicatamente, verso il basso, spingendo contemporaneamente la fronte verso l’alto. Anche qui “stare sul pezzo” per 7 secondi, quindi spostate le dita verso l’attaccatura dei capelli, tenendole sempre ben aderenti alla pelle, cercando di abbassare le sopracciglia. Ripetete per una decina di volte, interrompendo per alcuni secondi tra un esercizio e l’altro. A cosa serve? E’ particolarmente adatto per tonificare i muscoli e distendere le rughe frontali, conosciute anche come rughe del pensatore.

GINNASTICA PER LE RUGHE DEL COLLO. Flettete il collo leggermente all’indietro e cercate di abbassare la mandibola, per aprire la bocca, facendo contemporaneamente opposizione col pugno sotto il mento. A cosa serve? Per tonificare il muscolo platisma [1] e quello sternocleidomastoideo del collo. I movimenti effettuati permettono di ridurre le rughe grazie all’attivazione del microcircolo.

GINNASTICA PER IL DOPPIO MENTO. La mano sulla guancia, prima a destra e poi a sinistra, cercando di opporre resistenza ai movimenti laterali opposti, appunto, di collo e mandibola. A cosa serve? Tonifica i muscoli del collo e delle guance, aiutando a correggere il “doppio mento”.


[1] Il platisma è un ampio muscolo laminare, pari e simmetrico, situato nella regione laterale del collo.Nell’uomopartecipa all’espressione mimica di alcune emozioni: già Darwin nel 1872 ne evidenziava la contrazione nella paurae nel disgusto. Altri casi in cui questo muscolo sembra chiamato in causa sono il trismanausea e vomito e l’inspirazione profonda. La contrazione del platisma sembra inoltre essere connessa con l’espressione della rabbia, gonfiando il collo. Fonte: Wikipedia

0 POST COMMENT
Rate this article

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *